Sport e giovani, a Trevi firmata la “Carta di Gand”

Alla cerimonia tre atlete azzurre: la campionessa del mondo di boxe femminile Alessia Mesiano, la campionessa italiana Camilla Fadda e la mezzofondista Alessia Pistilli

Trevi, firma della "Carta di Gand"

L’etica dello sport giovanile è una delle priorità alla base di una buona civilizzazione, tant’è che il Comune di Trevi ha aderito alla ‘’Carta di Gand’’ del Panathlon sull’etica dello sport giovanile, insieme alla sottoscrizione e diffusione delle targhe etiche ‘’Diritti del ragazzo e doveri dei genitori nello sport’’. La Dichiarazione del Panathlon risulta essere una vera e propria “Magna Charta” europea in materia di etica dello sport. Tra i valori imposti troviamo: il diritto al divertimento e al gioco e non solo di fare sport per vincere; il diritto di riposare e di non lasciare che lo sport diventi un sacrificio teso ad arrivare sempre primi; il diritto di avere un allenatore che sia anche un educatore. La sottoscrizione di questo documento vincola i firmatari a promuovere i valori positivi presenti nello sport giovanile con impegno e presentando adeguati programmi, tra cui: eliminare ogni forma di discriminazione, riconoscere che lo sport può anche produrre effetti negativi e che misure preventive sono necessarie per proteggere i giovani, individuare sponsor purché in accordo con gli obiettivi dello sport giovanile. La cerimonia di Trevi si è svolta sabato scorso nella Sala consiliare del palazzo municipale. Alla cerimonia hanno preso parte tre eccellenze dello sport italiano: la mezzofondista della nazionale di atletica leggera, Alessia Pistilli; la campionessa del mondo boxe femminile 2016, Alessia Mesiano, la campionessa di boxe femminile, Camilla Fadda. Oltre alle campionesse, presenti ad apporre la firma al documento Claudio Menichelli presidente del Panathlon internazionale club Clitunno, Andrea Tortora, governatore del Panathlon Internazionale Area 10, il sindaco di Trevi Bernardino Sperandio, l’assessore al turismo, Stefania Moccoli, quello al commercio, Paolo Pallucchi, il medico e sportivo Lamberto Boranga. Tra le associazioni sportive delle città vi era la delegazione Trevi Volley e la delegazione Trevana Calcio categoria ‘’Pulcini’’ con i loro dirigenti.

Logo rgu.jpg

di Nathan Apolo

Aggiungi un commento