Serie D, Foligno in quarantena: rinviata la partita contro il Trastevere

I Falchetti potrebbero tornare in campo domenica 24 gennaio contro la Sinalunghese ma tutto dipenderà dall’esito dei tamponi

Nicolò Meniconi in tuffo (foto Cardinali/Folignocalcio.net)

Niente da fare per la partita di domenica contro il Trastevere. Si prova a salvare almeno quella del 24 gennaio contro la Sinalunghese. Con il Foligno tutto in quarantena da sabato scorso, c’erano pochi dubbi sul rinvio della gara che i falchetti avrebbero dovuto giocare domenica prossima a Roma contro il Trastevere. Ufficialità che è arrivata in mattinata attraverso un comunicato della società biancazzurra. Il Foligno, si legge, rende noto che “la gara Trastevere-Foligno, valida per la dodicesima giornata del campionato nazionale Serie D, in programma domenica 17 gennaio 2021, in seguito a comunicazione odierna del Dipartimento Interregionale è stata rinviata per cause di forza maggiore a data da destinarsi”. La causa di forza maggiore è, ovviamente, la quarantena dei giocatori e tecnici, che impedisce qualsiasi tipo di allenamento.

Resta in piedi uno spiraglio per tornare in campo il 24 gennaio contro la Sinalunghese. Legato all’esito dei tamponi in programma lunedì 18 gennaio, secondo quanto previsto dai protocolli sanitari. Se dai risultati non dovessero emergere altri casi di positività, potrebbero esserci i tempi per annullare l’isolamento del gruppo e tornare in campo ad allenarsi. Visto che venerdì prossimo i tamponi di controllo sono in programma per i primi due falchetti contagiati. Ovvio che per potere affrontare la Sinalunghese la domenica successiva, il Foligno dovrà avere a disposizione un numero accettabile di giorni per allenarsi.

Mentre il Foligno resta in attesa, altre società del girone di muovono. A cominciare dal Siena. I toscani hanno interrotto il rapporto con il tecnico Alberto Gilardino. Al suo posto, per le prossime partire, Stefano Argilli.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento