Ora serve continuità: Foligno, col Grassina caccia ad altri tre punti

Falchetti ancora impegnati al "Blasone" senza Dondoni out per infortunio, alla vigilia del match parla il vice di Armillei: "Gara importante". Dalla società nuova iniziativa benefica

Della Vedova e Fondi in conferenza stampa

Continuità per non vanificare quando fatto contro il San Donato Tavarnelle. Il Foligno riceve al Blasone il Grassina ultimo in classifica, la vittoria è d’obbligo per allungare ancora di più sulle zone pericolose. 
Il tecnico Armillei è stato colpito da un lutto familiare per la morte della madre – a lui la vicinanza di Rgu – e a presentare la partita è stato il vice Cristiano Della Vedova. “Per noi è una gara molto importante – ha ammesso – da affrontare con cuore, coraggio e determinazione. Una motivazione in più sarà fare un regalo all’allenatore in questo momento”. “Se giocheremo con la testa sgombra – ha proseguito il capitano Fondi – con seremità e ce la metteremo tutta, abbiamo le carte in regola per fare bene”.
Unico assente in casa biancazzurra sarà Dondoni. Senza il centrale, scontato il ritorno alla difesa a quattro. Probabile poi l’impiego di Marianeschi come trequartista. “Mercoledì dopo l’infortunio di Dondoni siamo tornati con la difesa a quattro e la squadra ha fatto bene. In settimana abbiamo provato questa soluzione, ma il Foligno può giocare con diversi moduli” ha confermato Della Vedova. Attenzione al Grassina, che ha un cammino migliore in trasferta rispetto alle partite in casa. I toscani possono giocare sia con il tridente avanti che con il 4-4-2. La vigilia del Foligno è stata nel segno della solidarietà. I volontari dello Store hanno donato delle derrate alimentari alla casa famiglia della cooperativa il Melograno.

PROBABILE FORMAZIONE: Foligno (4-3-1-2): Meniconi; Colarieti, Aldrovandi, Nuti, Dita; Fondi, Sanseverino, Settimi; Marianeschi; Zerbo, Mancini. All. Armillei

LE ALTRE - Il covid ha fermato Trestina – Lornano Badesse. Regolarmente in campo tutte le altre squadre del girone E:
Aquila Montevarchi-Montespaccato (Andrea Valentini di La Spezia), Foligno-Grassina (Paolo Grieco di Ascoli Piceno), Ostiamare-Scandicci (Stefania Menicucci di Lanciano), Pianese-Sangiovannese (Andrea Mazzer di Conegliano), San Donato Tavarnelle-Follonica Gavorrano (Andrea Zanotti di Rimini), Siena-Flaminia (Piero Marangone di Udine), Sinalunghese-Tiferno Lerchi (Lorenzo Vacca di Saronno), Trastevere-Cannara (Leonardo Mastrodomenico di Matera).

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento