ProTe[M]us porta in scena Shakespeare con “Ubu Re” di Alfred Jarry

Sei gli spettacoli in programma al teatro “Torti” di Bevagna da venerdì 10 a domenica 19 maggio. Ornella De Luca: "Raccontiamo l'incapacità dell'uomo di imparare dalla storia"

I ragazzi di Protemus pronti per Ubu Re

ProTe[M]us si prepara ad incantare ancora una volta il grande pubblico. Questa volta lo farà portando in scena “Ubu Re. Il dritto e il rovescio di Shakespeare”, spettacolo ispirato all’opera grottesca di Alfred Jarry che prende in giro le forme e lo stile dei grandi testi del celebre drammaturgo e poeta inglese, ma al contempo ne esalta la qualità e la bellezza.

Un’opera che pur venendo dal passato, ben si adatta a raccontare il presente, come anticipato ai microfoni di Radio Gente Umbra da Ornella De Luca, tra i responsabili del Progetto teatrale musicale della Diocesi di Foligno. “Nonostante sia stata scritta alla fine dell’Ottocento è una chiave di rappresentazione del nostro presente - ha commentato . C’è Padre Ubu che cerca di ammazzare quanta più gente può per accentrare le ricchezze e il potere dei nobili del tempo e c’è Madre Ubu che è la mente e cerca di guidarlo verso questo accentramento. La loro è una coppia che in scena sembra divisa ma che in realtà è molto unita, come si scoprirà sul finale quando li si vedrà pronti per un nuovo progetto”.

Insomma ad attendere il pubblico sarà uno spettacolo - per dirla con le parole di Ornella De Luca - che accenderà i riflettori su un tema di stringente attualità, ossia “l’incapacità dell’uomo di imparare dalla storia. Una storia che si ripete, perché - sottolinea Ornella De Luca - il potere fa gola sempre ma non porta a nulla”. Ad accompagnare la platea della teatro Torti di Bevagna in questo viaggio non saranno però solo gli attori presenti sulla scena. Si, perché lo spettacolo “Ubu Re” - così com’è nello spirito di ProTe[M]us - vedrà la presenza anche di una band che suonerà musica dal vivo, di un coro che spazierà dal gospel a brani contemporanei, e dei giocolieri. Il tutto davanti ad una scenografia sapientemente realizzata dalla sezione scenotecnica del progetto teatrale e musicale diocesano.

Una sessantina i ragazzi coinvolti nel progetto, attraverso le varie sezioni, ai quali si aggiungono i vari responsabili, per un lavoro che prende il via ad ottobre per poi concludersi - come di consueto - a primavera inoltrata con l’ingresso in scena.

Sei gli spettacoli in programma per “Ubu Re”, a cominciare da quello di domani, venerdì 10 maggio, alle 21, al Teatro Torti di Bevagna. Stesso orario e stesso posto anche per le repliche in programma per sabato 11 e domenica 12, venerdì 17 e sabato 18. Mentre domenica 19 l’orario della messa in scena è fissato alle 17. Per info e prenotazioni 3491355453 dalle 11 alle 20.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento