Montefalco, torna la Fuga del Bove con la riapertura delle taverne

La rievocazione storica, in programma dal 7 al 17 agosto prossimi, cambia format e si adegua alle restrizioni Covid. Il presidente Felicetti: “Ripartiamo dalla formula originaria”

Figuranti alla Fuga del bove

Dopo lo stop imposto dalla pandemia lo scorso anno, Montefalco si prepara a riabbracciare la Fuga del Bove con la riapertura delle taverne. L’evento simbolo della ‘ringhiera dell’Umbria’ tornerà infatti dal 7 al 17 agosto prossimi. Ad annunciarlo è proprio il presidente dell’Ente Fuga del Bove, Paolo Felicetti, al termine di diversi incontri con i priori dei quartieri Sant’Agostino, San Bartolomeo, San Francesco e San Fortunato tesi alla definizione del programma della rievocazione storica montefalchese. Dando l’annuncio, il numero uno dell’Ente Fuga del Bove ha sottolineato come la manifestazione “ripartirà dalla sua formula originaria”.

“Abbiamo rivisto il fomat nel rispetto delle restrizioni – ha spiegato a tal proposito Felicetti –, ripartendo da una edizione che riproporrà l’evento come era alle origini, quando erano previste solo le gare di staffetta, tiro con la balestra e la gara di sbandieratori e tamburini”. Stando a quanto reso noto, non sarà possibile partecipare alle gare stesse, che saranno a porte chiuse ma potranno essere seguite in diretta streaming sui maxi schermi allestiti nelle taverne dei quartieri. Inoltre, per evitare assembramenti, non si farà la Corsa dei Bovi al parcheggio della Vittoria e nemmeno il Banchetto rinascimentale nella piazza del Comune.

Di fatto, la manifestazione inizierà il 5 agosto alle 20.30 con la Cena inaugurale nella taverna del quartiere di San Francesco, riservata ad un massimo di duecento persone ospiti dell’Ente Fuga del Bove. Dal 7 al 17 agosto, come detto, apriranno le quattro taverne che hanno rivisto i propri spazi in funzione delle norme anti contagio. Le gare della balestra, dei tamburini e degli sbandieratori si svolgeranno, invece, la sera dell’11 agosto nell’area del parcheggio di viale della Vittoria e, come detto, saranno a porte chiuse, con una piccola sfilata all’interno della stessa area di sosta. Il 12 agosto, inoltre, è in programma la gara della staffetta con Egida Fidal e relativa adozione dei protocolli Covid. Giù il sipario sulla Fuga del Bove, infine, il 18 agosto con l’assegnazione del Falco d’oro al quartiere vincitore.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento