Il tribunale del Riesame ha deciso, Emanuele Armeni rimane in carcere

Il legale dell'imputato: "Aspettiamo le motivazioni e poi faremo ricorso". Il carabiniere è accusato di aver ucciso volontariamente il collega Lucentini

I funerali di Emanuele Lucentini

Emanuele Armeni dovrà rimanere in carcere. E' questa la decisione dei giudici del tribunale del Riesame di Perugia, che mercoledì hanno detto “no” all'istanza di scarcerazione del legale del carabiniere accusa di aver ucciso volontariamente lo scorso maggio il collega Emanuele Lucentini all'interno della caserma di Foligno. “Stiamo aspettando l'ufficialità della notizia – ha spiegato Marco Zaccaria, legale di Armeni – qualora dovesse essere confermata la decisione, aspetteremo le motivazioni e poi ci prepareremo per il ricorso in Cassazione”. I giudici sono usciti dalla Camera di consiglio intorno alle 14, deliberando così sulla permanenza in carcere dell'indagato. Anche gli avvocati che difendono la famiglia Lucentini ora sono in attesa delle motivazioni, che arriveranno tra 30/45 giorni.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento