Pedinamenti e insulti sotto casa: a Foligno la polizia arresta stalker

L'uomo attualmente si trova nel carcere di Spoleto. La sua ex viveva da tempo un vero e proprio incubo e aveva da poco denunciato le minacce

Il vicequestore Bruno Antonini

Stalkerizza l'ex compagna e poi tenta di scappare dall'arresto della polizia. E' quanto avvenuto nella serata di ieri a Foligno. Protagonista un uomo di 50 anni disoccupato e con precedenti, che da tempo rendeva la vita maledetta alla donna con la quale aveva avuto una relazione che si era però interrotta. Il 50enne non aveva mai accettato la fine della relazione e così, nel tempo, ha messo in piedi una serie di atti persecutori. L'ultimo in ordine di tempo proprio ieri sera, quando l'uomo si è presentato in bici sotto l'abitazione della ex, nel centro di Foligno, iniziando a riempirla di insulti. La signora ha così chiamato il commissariato di polizia, con una Volante che è prontamente intervenuta. All'arrivo degli agenti l'uomo ha tentato di scappare in sella alla sua bici per i vicoli del cuore cittadino. Sfortunatamente per lo stalker però, la sua fuga è finita con una rovinosa caduta a terra. Sia durante l'arresto che in ospedale, dove il 50enne è stato portato in seguito alla caduta, l'uomo ha sferrato un calcio ed un pugno ad un poliziotto. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Spoleto. Quello di mercoledì sera è stato solamente l'ultimo atto di una serie di comportamenti sopra le righe dell'uomo, visto che solamente due settimane fa la sua ex compagna aveva presentato denuncia al commissariato di via Garibaldi. Tra pedinamenti, minacce ed insulti, la donna nell'ultimo periodo stava vivendo un vero e proprio incubo.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento