Pamela, la mamma coraggio annuncia: remissione totale del tumore

Ad annunciarlo su Facebook è proprio la trentasettenne di Montefalco, che per sconfiggere il male è arrivata sino in Israele. Per lei è partita una vera e propria staffetta di solidarietà

Pamela Angelelli

“Andrà tutto bene Pamela”. E' questa la frase che da alcuni mesi accompagna la giovane Pamela Angelelli, mamma coraggio di Montefalco che ha dato alla luce il piccolo Nicola nonostante una grave forma di tumore. Motto ed incitamento che a quanto pare sembrano aver portato fortuna alla trentasettenne, diventata simbolo di lotta e speranza in tutta Umbria e non solo. Ad un mese e mezzo dall'inizio delle cure in Israele, Pamela ha dato l'annuncio che migliaia di persone stavano aspettando. “Dopo aver fatto la Pet non c'è più traccia di niente, remissione totale! – scrive la mamma di Montefalco sulla sua pagina Facebook - Ora dovrò comunque rimanere qui sotto controllo per pericolo di effetti collaterali – prosegue Pamela -. Purtroppo con le difese immunitarie a zero mi è venuta la febbre ed ora ci sarà un nuovo ricovero, ma sono fiduciosa. Grazie per il prezioso regalo che mi avete fatto! Ci aggiorniamo presto! Remissione totale!”. Insomma, a quanto pare il linfoma primitivo del mediastino non-Hodgkin di tipo aggressivo se ne è andato e nell'annunciarlo la mamma coraggio ha voluto ringraziare tutti per il “prezioso regalo”. Il riferimento è alle migliaia di persone protagoniste delle tantissime donazioni che dalla scorsa primavera hanno permesso a Pamela di poter effettuare la dispendiosa Car-T, nuova strategia sperimentale per combattere alcune forme tumorali. Una terapia costosissima, intorno ai 500mila euro, cifra quasi del tutto coperta dalla grande macchina della solidarietà scattata grazie all'impegno di parenti e amici. Una “staffetta” di beneficenza che – fortunatamente – è sfuggita di mano e si è allargata in maniera impressionate. Calciatori, cantanti e personaggi dello spettacolo hanno contribuito economicamente o con messaggi d'auguri alla buona riuscita dell'operazione. Ma preziosissimo è stato soprattutto il grande cuore delle “persone comuni”, che per Pamela hanno organizzato di tutto e di più, pur di raccogliere l'ingente somma. Generosità ripagata dallo straordinario messaggio di speranza inviato da Pamela attraverso la sua pagina Facebook in una domenica di metà luglio. Insomma, ora più che mai è proprio il caso di dirlo: “Andrà tutto bene, Pamela!”

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento