Omicidio Lucentini, martedì Armeni in tribunale per il Riesame

La pubblica accusa dovrebbe portare in aula l'M12 dal quale sarebbe partito il colpo che ha ucciso il 16 maggio l'appuntato dei carabinieri

Emanuele Lucentini

Emanuele Armeni di fronte ai giudici del tribunale del Riesame. L'appuntamento è per martedì mattina, quando il carabiniere accusato di aver ucciso volontariamente il suo collega Emanuele Lucentini lo scorso 16 maggio, chiederà la revoca della misura cautelare in carcere. Armeni, difeso dall'avvocato Marco Zaccaria, sostiene infatti che il colpo partito dall'M12 di ordinanza fu solamente per colpa di una fatalità. Tesi che non convince il pubblico ministero Michela Petrini che anzi, sembrerebbe voglia portare l'arma in tribunale per smontare la tesi difensiva. Proseguono anche le indagini degli inquirenti su pc, telefoni e agende di Lucentini, per cercare di trovare un movente che al momento ancora non c'è.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento