Le “Ali della libertà” degli studenti di Norcia trionfano ne “Il giorno delle stelle”

A Foligno strepitoso successo per la seconda edizione del concorso ideato da “Ali della Mariposa”. Premiati Cucinelli, Pesaresi e Malucelli: show del “prestigiattore” Andrea Paris

La premiazione della seconda edizione de "Il giorno delle stelle"

Alla fine a festeggiare sono stati gli studenti dell'istituto “De Gasperi-Battaglia” di Norcia. Ma ne “Il giorno delle stelle”, a vincere sono stati i giovani di tutte e quattro le scuole arrivate in fondo al concorso. Sabato mattina a Foligno ha trionfato la libertà opposta ad ogni tipo di ingiustizia, nella seconda edizione del concorso ideato dall'associazione “Ali della Mariposa”. L'interpretazione degli studenti nursini, insieme a quelle degli alunni del “Pieralli” di Perugia, del “Frezzi” e del “Da Vinci” di Foligno hanno emozionato tutti. Uno stracolmo auditorium “San Domenico” si è commosso di fronte alla messa in scena dei valori della libertà, in una mattinata che ha di nuovo regalato grandi sorprese. E se lo scorso anno la manifestazione è stata tenuta a battesimo dalle profonde parole di Andrea Bocelli, questa volta è toccato ad altri due testimonial d'eccezione. Stiamo parlando dell'attore Cesare Bocci e del calciatore folignate Leonardo Spinazzola. I loro videomessaggi hanno scaldato la platea, rapita anche dalle parole dell'imprenditore Brunello Cucinelli. A lui uno dei tre “Premi Mariposa”, che annualmente l'associazione guidata da Paola De Bonis consegna a quelle figure che si sono particolarmente distinte anche a livello sociale. Al centro del coinvolgente discorso del mecenate umbro i giovani e il loro talento da mettere in pratica per creare un mondo migliore (leggi link correlato in fondo a questo articolo). “Premio Mariposa” anche alla compagnia teatrale “Al Castello” di Foligno del grande Claudio Pesaresi e allo sportivo Marco Malucelli, il folignate che lo scorso anno ha partecipato ai Campionati mondiali di Ironman 70.3. Ad aprire la mattinata è stato il talento dei ragazzi (coordinati dall'inesauribile professoressa Antonella Fausti) che fanno parte di “Ali della Mariposa”, l'associazione che a poco più di un anno dalla sua nascita conta oltre 140 iscritti, quasi tutti giovanissimi. Poi, i quattro istituti arrivati alla fine del concorso dedicato alle scuole, hanno portato sul palco dell'auditorium la loro interpretazione del tema 2019: “Le ali della libertà”. Libertà contrapposta ad ogni forma di ingiustizia, da quella che riguarda persone detenute ingiustamente, al “carcere” quotidiano di chi subisce violenze e vessazioni. La libertà è stata rappresentata con la danza, il canto e la recitazione, attraverso performance di grande livello. I voti della giuria hanno esaltato l'esibizione del “De Gasperi-Battaglia” della dirigente Rosella Tonti, con i ragazzi che sono stati coordinati dalla professoressa Rosamaria Marini. Alla scuola nursina è andato un riconoscimento di 2mila euro, messo in palio dalla scuola di formazione PuntoForm. Durante la mattinata spazio anche al ricordo di Pino Antonelli con una poesia letta da Lolita Rinforzi e al duetto di Matteo Angeletti e Lucia Dionigi firmato Innunedo. Prima di conoscere il nome dei vincitori, spettacolare lo show di Andrea Paris, “prestigiattore” folignate dal cuore d'oro e reduce dallo strepitoso successo di “Italia's Got Talent”. A chiudere tre ore intense le parole della presidente Paola De Bonis, che guida con entusiasmo e passione uno straordinario gruppo di giovani. A lei il compito di annunciare i vincitori di una seconda edizione che ha lasciato il segno. LA GIURIA – Questa la giuria del concorso: Alfredo Doni (Corriere dell'Umbria), Patrizia Peppoloni (La Nazione), Carlo Ceraso (Tuttoggi.info), Maria Teresa Paris (dirigente Provincia di Perugia), Laura Radi (segretaria generale Nemetria), Ambra Giardini Cenci (professoressa), Claudio Pesaresi (attore e regista) Tiziana Filena (coreografa ed insegnante di danza), Matteo Angeletti (attore e cantante di Innuendo), Gianni Maria Angeli (Presidente scuola PuntoForm), Andrea Paris (prestigiattore), Francesco Mura (direttore Delitti e Misteri).

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento