“Gonzaga”, potenziamento della struttura sportiva per aprirsi a città e Marina Militare

La caserma folignate ha avviato il dialogo con lo Stato maggiore dell'esercito ed il Coni per rendere il Centro di viale Mezzetti sempre più funzionale al territorio e alle forze armate

L'alzabandiera alla "Gonzaga" (foto Alessio Vissani)

Una caserma sempre più aperta alla città e ancor più funzionale alle forze armate. E' il progetto che vede protagonista la “Gonzaga” di Foligno, Centro di selezione e reclutamento che nei prossimi anni potrebbe potenziare le sue doti sportive. Già, perché in cantiere con lo Stato maggiore dell'esercito c'è la volontà di migliorare una parte dello stabile di viale Mezzetti attraverso un restyling delle strutture adibite alle attività fisiche. Un progetto del quale è stato interessato anche il Coni Umbria e che è stato annunciato dal sindaco Nando Mismetti. “Tra Esercito e Coni è partito un percorso per costruire un'area polivalente comprensiva di piscina – spiega il primo cittadino -. La struttura, di mattina utilizzata per le prove fisiche dei futuri militari, di pomeriggio verrebbe messa a disposizione delle società sportive della città. Un potenziamento – conclude Nando Mismetti – che potrebbe portare anche ad un incremento delle selezioni per le forze armate”. Avere a disposizione una piscina al suo interno, permetterebbe infatti alla “Gonzaga” di svolgere le prove fisiche anche per la Marina Militare. Il che significherebbe aumentare il numero di candidati pronti a raggiungere Foligno per le selezioni. Dagli attuali 70mila aspiranti militari che ogni anno raggiungono Foligno per le prove, la caserma incrementerebbe il suo lavoro. Sul piatto c'è l'idea di realizzare una struttura polifunzionale che migliori gli attuali campi in erba sintetica per praticarvi diversi sport. I tempi saranno sicuramente lunghi, ma la buona notizia è che sono partiti i primi contatti. Oltre a possibili nuove selezioni, il potenziamento della parte sportiva permetterebbe alla caserma di aprirsi sempre più alla città. I rapporti tra Comune, “Gonzaga” e cittadinanza sono già ottimi, ma questa operazione potrebbe renderli eccellenti. Già, perché mettere a disposizione le proprie strutture alle società significherebbe venire incontro ad un mondo, quello sportivo, in grande crescita e che ha sempre più bisogno di nuovi spazi. Un prima prima “apertura” allo sport cittadino la si era già avuta lo scorso mese di ottobre, quando la “Gonzaga” spalancò le proprie porte per il passaggio della Mezza maratona. LE SELEZIONI – Attualmente il Csrne di Foligno viene utilizzato per le due fasi delle selezioni dei futuri militari. La prima riguarda i test di cultura generale con 1.500 candidati di mattina e 1.500 di pomeriggio. Le prove scritte interessano Esercito, Aeronautica e Marina Militare. La seconda parte delle selezioni con visite mediche, psicologiche e fisiche, sono effettuate solamente per l'Esercito. Ecco che avere a disposizione una piscina arricchirebbe l'“interforzizzazione” della “Gonzaga”.

Fabio Luccioli

di Fabio Luccioli

Aggiungi un commento