Foligno, bimbo investito mentre va a scuola. Traffico: strade e orari a rischio

L’episodio è avvenuto venerdì mattina in via IV Novembre: lo studente ha riportato contusioni agli arti. Giovedì sera frontale tra due auto nella zona del cimitero

Carabinieri

Stava andando a scuola quando è stato investito da un’auto. È accaduto venerdì mattina lungo via IV Novembre, a Foligno, ad un bambino che stava attraversando la strada per raggiungere la scuola media “Carducci”. Lo studente, che si trovava sulle strisce pedonali, è stato urtato dalla stessa auto che si era fermata per farlo attraversare. La dinamica precisa è ancora al vaglio degli inquirenti, ma secondo quanto si apprende la persona alla guida della vettura sarebbe ripartita qualche attimo prima che il bambino raggiungesse la parte opposta della strada. Il giovanissimo studente è stato così urtato dallo specchietto dell’auto in transito.  Ad intervenire sul posto i carabinieri e il pesonale del 118. Trasportato al pronto soccorso del San Giovanni Battista, è stato sottoposto a tutti gli accertamenti. Secondo quanto reso noto dalla stessa azienda ospedaliera, il bambino ha riportato delle contusioni agli arti giudicate non gravi. Complessivamente, dunque, le sue condizioni sono apparse buone, non destando alcuna preoccupazione.

Ma quello di venerdì mattina non è stato l’unico incidente che si è registrato nella città di Foligno nelle ultime ore. Giovedì sera, infatti, due auto - un’Alfa Romeo ed una Fiat Panda - si sono scontrate in zona cimitero. Anche in questo caso sono ancora in corso gli accertamenti dei carabinieri, ma presumibilmente l’incidente sarebbe stato causato dall’asfalto reso scivoloso dalle piogge che avrebbe causato una perdita di aderenza della Fiat Panda. Tre i feriti: il conducente dell’Alfa è stato trasportato al Santa Maria della Misericordia di Perugia, mentre la persona alla guida della Fiat Panda ed un passeggero in quello di Foligno.

Si torna così a parlare di sicurezza sulle strade folignati. Secondo un recente report diffuso dal comando di polizia municipale di Foligno, la principale causa degli incidenti è lo scontro frontale laterale, 45 i sinistri registrati con questa dinamica e 18 a causa della mancata distanza di sicurezza, 9 invece gli investimenti di pedoni e 15 gli urti frontali contro ostacoli, autovetture o altra causa. Le fasce orarie in cui avvengono maggiormente incidenti stradali interessano il mattino (29), dalle 9 alle 12, e il pomeriggio (25), dalle 16 alle 19. Seguono le fasce orarie, dalle 13 alle 16 (15 incidenti) e dalle 19 alle 21 (9 incidenti).

“Parlare di pericolosità di un’arteria rispetto ad un’altra è relativo - commenta il comandante dei carabinieri di Foligno, Alessandro Pericoli Ridolfini -. Statisticamente gli incidenti più gravi si hanno sulle strade a scorrimento veloce, ma sono più frequenti sulle arterie cittadine. È il caso a Foligno, ad esempio, di viale Firenze o via Fiamenga. Necessario, per prevenire situazioni di questo tipo, tenere bene a mente il codice della strada e tutte le norme comportamentali: dal rispetto dei limiti di velocità all’utilizzo delle cinture di sicurezza ed evitando di utilizzare il cellulare quando si è alla guida. Quando riscontriamo infrazioni di questo tipo procediamo con le dovute sanzioni - ha quindi aggiunto -, ma non per fare cassa come qualcuno può pensare ma per far capire che ci sono delle regole da rispettare”.

E di massima attenzione ha parlato anche il comandante della polizia municipale Marco Baffa. “Gli orari in cui si registra il maggior numero di incidenti sono quelli di punta, compresi quelli di entrata ed uscita dalle scuole. Occorre una maggiore attenzione da parte degli automobilisti nei confronti dell’utente debole, e quindi del pedone, nonostante la nostra copertura in prossimità delle scuole sia elevata, grazie anche alla presenza di numerosi volontari”. Una copertura che a Foligno risulta maggiore rispetto ad altre realtà e che ha visto recentemente un potenziamento.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento