“Devo bere” e non mette la mascherina da Terni a Foligno minacciando il capotreno: denunciata

La polizia ferroviaria di Foligno è dovuta intervenire per multare e denunciare una trentenne che viaggiava in treno senza dispositivo di protezione. Per lei una multa di 400 euro

Agenti Polfer alla stazione di Foligno

Non indossa la mascherina, obbligatoria per legge, per tutta la tratta ferroviaria da Terni a Foligno e minaccia il capotreno. La donna è stata denunciata e sanzionata dalla polizia ferroviaria di Foligno. Gli agenti guidati da Alessandro D'Antoni si sono stati costretti ad intervenire, negli scorsi giorni, a bordo di un treno che percorreva la tratta Terni-Foligo. Nei guai una trentenne italiana, residente fuori regione, che viaggiava a bordo del treno priva del dispositivo di sicurezza. Dopo essere stata invitata più volte dal capotreno a indossare la mascherina, lo ha minacciato asserendo di non essere obbligata. “Devo bere” è stata l'altra scusa della trentenne. Immediata la richiesta di intervento da parte del personale ferroviario agli agenti della Polfer di Foligno che, dopo averla identificata ed aver ascoltato il racconto del capotreno, hanno deferito la donna alla competente autorità giudiziaria per l'ipotesi di reato di minacce a pubblico ufficiale, oltre che a multarla di 400 euro in ottemperanza alla normativa anti Covid-19.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento