Coronavirus, continuano a salire i decessi: nelle ultime 24 ore altre 13 vittime

In calo il tasso di positività rispetto allo scorso lunedì, passato dal 23,4 al 14,1 per cento. Sessantotto i positivi su 480 tamponi processati e 11 nuovi ricoveri negli ospedali umbri

Il reparto Covid dell'ospedale di Perugia

Altri 13 decessi in Umbria tra domenica 29 e lunedì 30 novembre. Sono quelli riportati dalla dashboard della Regione, da cui emergono altre quattro vittime a Terni, due a Perugia e Narni ed una ad Assisi, Città della Pieve, Corciano, Ficulle e Trevi per un numero complessivo di 407 morti dall’inizio dell’emergenza Covid.

Intanto, però, continua ad abbassarsi il tasso di positività. Rispetto allo scorso lunedì, infatti, si è passati dal 23,4 al 14,1 per cento. Sessantotto i nuovi positivi, a fronte di 480 tamponi processati. Il numero più alto a Foligno con 11 contagi, seguita da Spoleto a 10. Sempre nella Valle Umbra Sud altri due casi a Campello sul Clitunno, Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo ed uno a Castel Ritaldi, Montefalco e Trevi. Tre, invece, i positivi a Terni e due a Perugia. Tornando alla città della Quintana, di contagi se ne contano attualmente 682, di cui 647 in isolamento e 35 ricoverati. Otto i folignati in terapia intensiva. In calo il numero di attualmente positivi su tutto il territorio regionale: 208 in meno per un totale di 8.235. Di casi complessivi, invece, se ne contano in totale 23.808.

I guariti sono stati 263. In tutto sono 15.166. Continuano a salire, invece, i ricoveri: 11 in più tra domenica e lunedì. Nel complesso 432 pazienti, di cui 118 a Terni, 117 a Perugia, 42 a Foligno, Città di Castello e Spoleto, 36 a Pantalla, 20 all’ospedale da campo di Perugia e 14 a Branca. Resta stabile a 65 il dato sulle terapie intensive. In isolamento 9.712 persone, 258 in meno del precedente report, mentre ad essere uscite dall’isolamento nelle ultime 24 ore sono stati 754 per un totale di 91.008. Infine, sul fronte tamponi, con i 480 processati tra domenica e lunedì, toccata quota 416.530. 

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento