Bevagna, sgominata banda di ladri: in manette quattro persone

Il gruppo è stato bloccato dopo aver messo a segno un colpo in un'abitazione. I quattro si trovano ora agli arresti domiciliari in attesa di processo

Gli arrestati

Quattro nomadi di origini italiane, di età compresa tra i 20 e i 34 anni e residenti a Foligno, sono finiti in manette dopo aver messo a segno un furto in un appartamento di Bevagna. L'episodio qualche giorno fa, quando i ladri sono arrivati nella periferia del comune bevanate a bordo di un'Audi. Tre di loro sono scesi dall'auto per mettere a segno il colpo, mentre un quarto uomo è rimasto in macchina. I malviventi hanno quindi forzato la finestra di un'abitazione, approfittando dell'assenza dei proprietari, ed una volta all'interno hanno rubato pochi monili d'oro. Poi la fuga a bordo dell'auto che li attendeva all'esterno, fuga fermata dai carabinieri che li hanno arrestati con l'accusa di furto aggravato. Finiti in manette, i quattro – tutti con precedenti penali alle spalle – dopo aver passato la notte in camera di sicurezza sono stati portati in Tribunale a Spoleto. Lì si sono visti convalidare l'arresto. In attesa del processo - fissato a febbraio - il giudice ha disposto nei loro confronti la misura cautelare degli arresti domiciliari nelle rispettive abitazioni. Intanto proseguono le indagini dei carabinieri per accertare se il gruppo si sia recentemente reso responsabile di altri furti in appartamento nella provincia di Perugia e, in particolare, nella zona dell’Alto Tevere. Ad arrivare ai quattro sono stati, infatti, i militari della compagnia di Città di Castello e della sezione di polizia giudiziaria della procura della repubblica di Perugia - in collaborazione con quelli della stazione di Bevagna – che da qualche tempo tenevano sotto controllo il gruppo.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento