Montefalco sempre più "Cittaslow": Daniela Settimi entra nel direttivo nazionale

L'assessore della Ringhiera dell'Umbria lunedì scorso a Milano è stata eletta nel coordinamento che guiderà l'associazione sino al 2018

Da destra, il sindaco Tesei e l'assessore Settimi

Montefalco si conferma nuovamente città del vivere sano. L'assessore con delega al turismo Daniela Settimi è entrata a far parte del direttivo nazionale di “Cittaslow”, con il coordinamento che rimarrà in carica sino al 2018. Il nuovo direttivo è stato eletto lunedì scorso, in occasione dell'assemblea svoltasi all'Expo di Milano. Sarà dunque la città del Sagrantino a rappresentare l'Umbria a livello nazionale. “Ho scelto di far parte della commissione che si occuperà di sviluppo turistico per presentare e proporre il modello di sviluppo della città di Montefalco – spiega Daniela Settimi - che negli ultimi anni ha registrato un notevole incremento dei flussi turistici anche grazie alle strategie messe in campo in ambito di promozione del territorio”. E’ la prima volta che Montefalco entra a far parte del Consiglio direttivo di Cittaslow. Il nuovo esecutivo nazionale sarà guidato da Castel San Pietro Terme e dal suo sindaco Fausto Tinti. All’assemblea erano presenti oltre 60 sindaci delle Cittaslow italiane, le cittadine piccole e medie del buon vivere. A presiederla Stefano Pisani, sindaco di Pollica, e presidente di Cittaslow International, l’associazione con sede ad Orvieto e diffusa in 30 paesi con oltre 200 municipalità associate. L’occasione è stata utile per ribadire i fondamenti di Cittaslow, “un metodo applicativo per lo sviluppo locale” che riscuote ormai sempre più successo in tutto il mondo, dagli Usa alla Cina, dalla Corea del Sud alla Colombia e in tutta  Europa.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento