A Bevagna e Cannara tecnici al lavoro sulla rete elettrica

Gli interventi che riguarderanno anche la cabina "Falcinelli" sono in programma per giovedì 14 gennaio e renderanno necessaria l'interruzione del servizio

Tecnici Enel al lavoro

Un intervento di restyling della rete elettrica a Bevagna e Cannara, con particolare riferimento alla cabina “Falcinelli”. È quello che vedrà impegnati i tecnici di E-Distribuzione giovedì 14 gennaio. In particolare, i lavori che effettuerà la società del Gruppo Enel rientrano nell’ambito del piano di potenziamento del sistema elettrico umbro. La cabina, la stessa che fornisce alimentazione nei due perimetri comunali, verrà rinnovata attraverso l’installazione di nuovi scomparti con innovative apparecchiature motorizzate tese all’automatizzazione dell’impianto. In questo modo, sarà possibile telecomandare la cabina stessa da remoto garantendo qualità e continuità del servizio elettrico lungo le linee collegate.

Le operazioni, che si svolgeranno in orario giornaliero per motivi di sicurezza, richiederanno l’interruzione temporanea del servizio stesso. Stop che E-Distribuzione ha programmato a partire dalle 8.30 fino al pomeriggio. Il bypass da linee di riserva consentirà, tuttavia, di circoscrivere l’area del “fuori servizio” ad un gruppo ristretto di utenze. Quelle, cioè, comprese tra le aree, i vocaboli e le vie di Limigiano, Conversini, Acqua Cannara, Colle Sant’Andrea, Macchie, Falcinelli, via di Bevagna, Madonna del Latte e limitrofe.

Ai clienti, di fatto informati sui lavori anche attraverso affissioni, l’azienda raccomanda di non utilizzare ascensori o commettere imprudenze per tutta la durata dell’intervento. Insomma, c’è da contare sull’assenza di elettricità senza curarsi di eventuali riallacci temporanei dovuti a prove tecniche. La società ricorda, infine, che per segnalazioni e guasti è possibile contattare il numero 803 500, indicando il codice Pod della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. In questo senso, per ricevere informazioni, tornano utili i canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione, il servizio e-Notify ed il sito web dove trovare la “mappa delle disalimentazioni”.

Logo rgu.jpg

di Matteo Castellano

Aggiungi un commento